La prima volta in Kayak

La prima volta in Kayak

Spesso lo si da per scontato, io stesso l’ho fatto talvolta, ma come si sente chi per la prima volta entra in una società e per la prima volta entra in contatto con un kayak?

Normalmente un istruttore di kayak tende, ma questo per grandi passione ed entusiasmo, a sovraccaricare il nuovo kayaker di informazioni che, anche se apparentemente basilari, il nuovo pagaiatore (anche se crede di farlo) non sta realmente ascoltando. Il primo giorno di kayak è un giorno emozionante, una nuova esperienza, nuovi amici e tutto da scoprire.

Il mio primo giorno di kayak per me è stato un giorno fortunato, chi mi ha fatto conoscere questa pratica non mi ha assolutamente caricato di informazioni e metodi… si è assicurato che sapessi nuotare, in qualche modo mi ha fatto salire in un kayak che lui stesso ha per me preparato, dopodiché… ha lasciato che io mi divertissi in acqua senza badare troppo a cosa stavo facendo. Ricordo che i giorni antecedenti, sapendo che avrei fatto questa nuova esperienza, mi misi alla ricerca su internet di informazioni, tutorial, consigli etc… ma ahimè tutto era orientato a chi, in qualche modo, il kayak già lo conosceva.

E quindi è questo è il significato che vorrei dare a questo articolo, come prepararsi al primo giorno di kayak?

  1. Non improvvisarti, rivolgiti ad una società che potrà darti le giuste attenzioni facendoti divertire in sicurezza;
  2. Sii sincero con il tuo istruttore, sai realmente nuotare? l’acqua ti mette in qualche modo a disagio? hai paura di ribaltarti in kayak? Il tuo istruttore saprà come metterti a tuo agio ed affrontare al meglio le tue difficoltà;
  3. Per ovvii motivi ti consiglio di iniziare la pratica del kayak in un periodo caldo ed in uno specchio d’acqua tranquillo, possibilmente al riparo dal vento. Una caduta in acqua deve rappresentare solo l’occasione per farsi quattro risate!
  4. Regalati tutto il tempo necessario, scegli un giorno in cui non hai impegni dopo l’orario previsto di fine uscita, se tutto andrà bene ritarderai, molto!
  5. Porta con te una bottiglietta d’acqua e qualche snack, non badare a dove metterli una busta può bastare. Tutti i kayak marini sono dotati di gavoni stagni e, nella peggiore delle ipotesi, sarà preoccupazione del tuo istruttore portare le tue cose con se per tenerle asciutte;
  6. Il clima te lo permetterà, pertanto indossa solamente un costume ed una maglietta. Se hai delle scarpette da scoglio portale con te, se non le hai e se la zona in cui ti trovi ha un fondale sabbioso non è un problema;
  7. Se l’uscita prevede una sosta in qualche spiazzo di terra, magari per una pausa pranzo, porta con te quanto basta per cambiarti ed asciugarti: un piccolo asciugamano ed una maglietta di ricambio sono sufficienti;
  8. Fine, sei pronto per presentarti al tuo nuovo istruttore! Cosa ti aspetta ora?

Il giorno in cui ti presenterai al tuo istruttore sii sereno/a, guardati attorno e cerca solo di capire come è organizzato l’ambiente. Ti verranno mostrati i kayak che potrai utilizzare nelle prossime uscite, ti verrà spiegato come scegliere la pagaia in base alla tua altezza e ti verrà consegnato un aiuto al galleggiamento in base al tuo peso.

A questo punto il tuo istruttore sceglierà un kayak per te e lo posizionerà a terra, ti farà salire e regolerà il punta piedi per te… in questo momento non devi preoccuparti di cosa sia ed a cosa serva. Vi sposterete dunque vicino alla riva, dove ti spiegherà una prima tecnica basilare per salire e scendere dal kayak.

Di qui in avanti è tutto a discrezione del tuo istruttore e delle tue capacità, per come la vedo io: cerca di non cadere in acqua e divertiti! Cerca di conoscere il tuo kayak, cerca l’equilibrio. E’ il tuo primo giorno e nessuno baderà alla larghezza dell’ impugnatura sulla pagaia, al fatto che sicuramente andrai storto o al fatto che non sfrutti a dovere il puntapiedi. Normalmente i primi giorni di kayak io nego l’utilizzo del paraspruzzi, in caso di ribaltamento bisogna avere alcune accortezze nel suo impiego che in questo momento non devono preoccuparti, la stagione sarà calda e ti bagnerai un pochino ma se sei entrato in un kayak l’acqua non dovrebbe rappresentare un problema per te :-).

Ti auguro di vivere il tuo primo giorno di kayak con serenità, stai iniziando una pratica che ti porterà a conoscere nuovi ambienti, nuove persone, una natura che fino ad ora non potevi osservare, una città che da questo punto di vista non avevi mai visto.

Chissà, con il tempo magari, come me, avrai la fortuna di fare qualche bella escursione di più giorni con i tuoi amici, con la vostra tenda da campeggio, il sacco a pelo, il mangiare e quanto vi occorre portando i vostri kayak allo stremo del galleggiamento per quanto li caricherete. Tutt’oggi, in tema di amicizia, porto dentro di me i ricordi più belli e questo lo auguro anche a te!

Escursione CaRoman
Escursione CaRoman
Natura
Natura che potrai osservare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *